Assemblea elettiva 2020 di Confcooperative Cagliari
“๐‘ช๐’๐’”๐’•๐’“๐’–๐’•๐’•๐’๐’“๐’Š ๐’…๐’Š ๐‘ฉ๐’†๐’๐’† ๐’„๐’๐’Ž๐’–๐’๐’† โ€“ ๐’’๐’–๐’‚๐’๐’…๐’ ๐’โ€™๐’Š๐’๐’๐’๐’—๐’‚๐’›๐’Š๐’๐’๐’† ๐’”๐’๐’”๐’•๐’Š๐’†๐’๐’† ๐’Š๐’ ๐’‡๐’–๐’•๐’–๐’“๐’”

 

Roberto Savarino al termine dell’assemblea elettiva, รจ stato confermato Presidente di Confcooperative Cagliari.ย 

 

โ€œIl modello di sviluppo basato sulla crescita e sullโ€™aumento di virgole di PIL ad ogni costo โ€“ ha sottolineato Roberto Savarino-, probabilmente ha concluso il suo ciclo e la crisi ormai decennale, assieme ad una rivoluzione tecnologica e alla globalizzazione senza regole, ci consegna un presente in cui si sono allargate notevolmente le fratture tra ricchezza e povertร , tra generazioni presenti e future, tra sud e nord, tra centro e periferie. Un ampliamento delle diseguaglianze che frena un possibile sviluppo inclusivo e sostenibile sul piano sociale, economico e ambientale. Le imprese non possono stare a guardare e men che meno lo possono fare le imprese cooperative, che ben rappresentano la โ€œbuona impresaโ€ quale soggetto economico che, in termini culturali e sociali, puรฒ contriยญbuire a correggere le deformazioni dell’economia attuale e far imboccare la strada maestra di uno sviluppo sostenibile. Non รจ piรน sufficiente la proverbiale resilienza delle cooperative, รจ necessario continuare ad essere costruttori di bene comune dotandosi di strumenti giusti: ricerca, innovazione e sostenibilitร โ€.

Rafforzare lโ€™insieme di reti, relazioni e aggregazioni che formano lโ€™universo dellโ€™associazionismo e della cooperazione e definire obiettivi specifici sui quali puntare per proporsi sui nuovi mercati di riferimento e non restare indietro nella sfida alla competitivitร . Il messaggio che arriva dallโ€™ย Assemblea elettiva di Confcooperative Cagliari, che ha riunito al THotel, sabato 22 febbraio, la propria base associativa che opera nella Cittร  metropolitana di Cagliari e nel Sud Sardegna, รจ forte e chiaro come il tema proposto ai soci, ai partner istituzionali ed al mondo accademico, per cercare una strada condivisa e dare risposte concrete sulla ripresa economica: โ€œCostruttori di bene comune โ€“ quando lโ€™innovazione sostiene il futuroโ€.

I prossimi quattro anni, per il Presidente e il Consiglio provinciale, saranno fondamentali per dare maggiore impulso da un sistema che lo scorso anno ha celebrato i 70 anni di presenza nellโ€™isola e ad oggi conta nel sud della Sardegnaย 246 cooperative che operano nei settori del consumo e utenza, sanitร , lavoro e servizi, pesca, edilizia, cultura, turismo, sport, sociale, Federcasse, segretariato e mutue.

 

Lโ€™assemblea รจ stata lโ€™occasione per attivare un confronto e una connessione tra il sistema cooperativo rappresentato da Confcooperative e i rappresentanti del mondo accademico, delle istituzioni, degli organismi intermedi con lโ€™obiettivo di esplorare nuovi orizzonti per generare innovazione rispondendo efficacemente ai bisogni della comunitร . Sostenibilitร  e innovazione sono i temi dibattuti nella tavola rotonda alla quale hanno partecipato Maria Chiara Di Guardo, prorettore delegato per il territorio e l’innovazione dellโ€™Universitร  di Cagliari, Cristiano Erriu, direttore del Centro servizi della Camera di Commercio di Cagliari, Stefano Mameli, direttore generale della Cittร  Metropolitana di Cagliari, Nicoletta Piras, direttrice del Gal Sulcis, Capoterra e Campidano di Cagliari, Davide Cao, direttore del FLAG (Fisheries Local Action Groups, Gruppo di azione costiera) Sardegna Orientale e Gianluca Cadeddu, coordinatore del Gruppo di cooperazione territoriale e attrazione investimenti del Centro Regionale di Programmazione.

 

Le cooperative rappresentano, sin dalla loro nascita, un modello innovativo e sostenibile, in quanto, siaย nelle loro forme originarieย e sia nelle nuove, continuano ad intercettare e rispondere efficacemente ai bisogni della comunitร , questo รจ emerso dalle esperienze cooperative presentate in Assemblea, ย Kitzanos, As.Ge.Sa, Mesa Noa, Sardarch, Cantina Santadi.

 

Un sentito ringraziamento a tutti per aver qualificato lโ€™Assemblea di Confcooperative Cagliari, per aver reso piacevole questo momento di incontro, per lโ€™impegno e la dedizione con cui operano le nostre Cooperative.

 

 

 

 

 

 

image_pdfSalva in PDFimage_printStampa

Condividi su