La Regione Sardegna intende favorire l’aumento della competitività delle Micro, Piccole o Medie Imprese attraverso il finanziamento di piani di sviluppo d’impresa finalizzati al riposizionamento competitivo e adattamento al mercato.

 Chi può presentare richiesta di finanziamento?

Le Imprese micro, piccole e medie operanti da almeno 2 anni e che intendano realizzare un piano per lo sviluppo aziendale sul territorio regionale.

 Quali settori sono ammissibili?

Tutti i settori con esclusione dei piani riconducibili alle seguenti classi e/o categorie individuati sulla base dei seguenti codici ATECO 2007:

A agricoltura, silvicoltura e pesca
B estrazione di minerali da cave e miniere (limitatamente a 05 estrazione di carbone)
D fornitura di energia elettrica, gas, vapore e aria condizionata
H trasporto e magazzinaggio (limitatamente a 49 trasporto terrestre e trasporto mediante condotte; 50 trasporto marittimo e per vie d’acqua; 51 trasporto aereo; 53.1 attività postali con obbligo di servizio universale)
K attività finanziarie e assicurative
L attività immobiliari
O amministrazione pubblica e difesa; assicurazione sociale obbligatoria
P istruzione
Q sanità e assistenza sociale
R attività artistiche, sportive, di intrattenimento e divertimento (limitatamente a 92 attività riguardanti
le lotterie, le scommesse, le case da gioco)
S altre attività di servizi (limitatamente a 94 attività di organizzazioni associative)
T attività di famiglie e convivenze come datori di lavoro per personale domestico; produzione di beni
e servizi indifferenziati per uso proprio da parte di famiglie e convivenze
U organizzazioni ed organismi extraterritoriali

 Quali interventi sono finanziabili?

Piani di sviluppo finalizzati ad aumentare la competitività delle imprese di valore compreso tra 15.000 e 150.000 euro, al netto di IVA, coperti per almeno il 25% con mezzi propri e/o finanziamenti di terzi.

 In che forma è concesso il finanziamento?

Per la realizzazione del Piano sono previsti:

  • Un contributo a fondo perduto per l’abbattimento della quota capitale dei finanziamenti, nella misura variabile tra il 10% ed il 70%, in base alla dimensione dell’impresa e dei Regolamenti comunitari applicati, calcolato sul valore dei costi ammissibili
  • Un finanziamento pubblico diretto, a condizioni di mercato, fino al 50% del valore del piano sviluppo di impresa con il Fondo Competitività
  • Finanziamenti concessi dalle banche alle PMI a valere sui Plafond di Cassa depositi e prestiti S.p.A. per le finalità di cui all’articolo 3, comma 4-bis, del D.L. 5/2009 (concessione di finanziamenti, rilascio di garanzie).

La domanda potrà essere presentata a partire dal 4 Novembre 2016 utilizzando esclusivamente l’apposito sistema informatico. Le risorse saranno istruite secondo una procedura valutativa a sportello, nei limiti della dotazione finanziaria.

Nel sito della RAS è possibile consultare l’Avviso e la relativa modulistica.

image_pdfSalva in PDFimage_printStampa

Condividi su