La Regione Sardegna, all’interno della strategia Europa 2020 che promuove interventi di promozione dell’inclusione sociale e di contrasto alla povertà, ha approvato (con la DGR n. 25/15 del 3/05/2016) il quadro programmatico unitario delle risorse finanziarie provenienti da fonte comunitaria, nazionale e regionale.
Tali risorse hanno posto le basi per l’individuazione di nuovi strumenti e capacità finalizzati a creare nuovi progetti da svolgersi in Sardegna nell’ambito della Strategia “Inclusione sociale” .

Per tali motivazioni, l’Assessorato del lavoro ha pubblicato l’Avviso CA.R.P.E.D.I.EM. “Catalogo regionale dei progetti eleggibili di inclusione e di empowerment”, con l’intento di fornire uno strumento innovativo capace di attivare la collaborazione integrata tra pubblico e privato, attraverso il coinvolgimento delle organizzazioni del terzo settore, delle forze produttive e delle parti sociali.

L’Avviso CA.R.P.E.D.I.EM. è stato appositamente strutturato secondo 4 periodi temporali di partecipazione, proprio per dare all’iniziativa una valenza di lungo periodo e per far partecipare più soggetti possibili. I quattro periodi temporali all’interno dei quali è possibile presentare domanda sono i seguenti:

  •  Primo periodo: dal 18/07/2018 al 03/09/2018 (prorogato sino al 24/09/2018)
  • Secondo periodo: dal 15/10/2018 al 15/11/2018  (prorogato sino al 20/12/2018)
  • Terzo periodo: dal 01/03/2019 al 30/03/2019 
  • Quarto periodo: dal 30/06/2019 al 31/07/2019 

 

Di seguito la descrizione dell’Avviso e il Catologo CARPE DIEM con le proposte già ammesse.

 

Finalità dell’Avviso
L’Avviso intende selezionare progetti di inclusione e reinserimento sociale da inserire all’interno di un Catalogo ufficiale della Regione, da cui le equipe multidisciplinari dei vari PLUS potranno scegliere di volta in volta le proposte progettuali attinenti ai percorsi personalizzati dei beneficiari REIS (Reddito di inclusione sociale).

 

Beneficiari e destinatari
Possono presentare la domanda di partecipazione i soggetti indicati nell’art. 5 dell’Avviso, tra cui segnaliamo le organizzazioni del Terzo settore, comprese le cooperative sociali e i loro Consorzi. I soggetti beneficiari possono presentare le proposte in forma singola oppure come Associazioni Temporanee d’Impresa o di Scopo.

Sono invece destinatari degli interventi i beneficiari del REIS e il cui piano personalizzato prevede la realizzazione di un percorso di politica attiva.

 

Iniziative ammissibili
I Progetti dovranno aspirare al superamento del disagio economico e sociale e dovranno prevedere interventi integrati di supporto all’occupabilità del beneficiario REIS e del suo nucleo familiare.

Nello specifico sono previste 2 linee di attività distinte:

  • Linea 1 – Azioni di riattivazione sociale, volte al superamento delle condizioni soggettive dello stato di disagio attraverso il sostegno familiare, educativo, psicologico e motivazionale.
    In particolare, i progetti dovranno prevedere la figura di uno psicologo, un pedagogista e un mediatore interculturale (ove necessario) e sono ammesse le seguenti tipologie di attività/servizi:
  1. Servizi personalizzati di integrazione sociale: sostegno psicologico e familiare, assistenza individuale o di gruppo all’interno del nucleo familiare;
  2. Attività di counseling psicologico ed educativo;
  3. Attività volte a potenziare la riattivazione del soggetto e la propria autostima;
  4. Attività di accompagnamento con uno specialista;

I seguenti interventi sono rivolti soprattutto a soggetti caratterizzati da: condizioni estreme di povertà, dipendenze, forte disagio familiare con minori o anziani a carico, disoccupati da lungo tempo, condizione di ex detenuti o immigrati.

  • Linea 2 – Azioni di politica attiva, volte a migliorare la condizione di occupabilità dei destinatari.
    In questa linea sono previsti sia l’attivazione di Tirocini di orientamento e inserimento/reinserimento della durata di 6 mesi, sia interventi di formazione, entrambi finalizzati all’inclusione sociale e al raggiungimento dell’autonomia delle persone.

 

 Domanda di partecipazione
Come anticipato in precedenza, le domande di partecipazione per entrare a far parte del catalogo CARPE DIEM possono essere inviate in diversi periodi compresi tra fine 2018 e prima metà del 2019. Di seguito i periodi temporali previsti:

  •  Primo periodo: dal 18/07/2018 al 03/09/2018 (prorogato sino al 24/09/2018)
  • Secondo periodo: dal 15/10/2018 al 15/11/2018  (prorogato sino al 20/12/2018)
  • Terzo periodo: dal 01/03/2019 al 30/03/2019 
  • Quarto periodo: dal 30/06/2019 al 31/07/2019 

L’inserimento della Proposta progettuale nel Catalogo CA.R.P.E.D.I.EM non dà diritto ad alcun finanziamento: solo in seguito alla selezione del progetto da parte dell’equipe multidisciplinare del PLUS, l’impresa potrà richiedere la copertura delle spese relative alla realizzazione del progetto che ha presentato.

Il dossier di candidatura (DCT), corredato da tutti gli allegati richiesti, dovrà essere presentato secondo le scadenze sopra indicate tramite il SIL Sardegna (http://www.sardegnalavoro.it/).

 

Vi ricordiamo che i nostri uffici sono a vostra disposizione per ulteriori informazioni e per facilitare l’incontro tra le cooperative sociali interessate al progetto.

 

Vi invitiamo inoltre a prendere visione dell’Avviso integrale e dei relativi allegati sul sito della Regione Sardegna dove è stato pubblicato il Bando e dove vengono pubblicati periodicamente tutti gli aggiornamenti: https://www.regione.sardegna.it/j/v/2644?s=1&v=9&c=389&c1=1385&id=68880.

 

In allegato il CATALOGO CARPE DIEM aggiornato al 16/11/2018.

 

 

 

image_pdfSalva in PDFimage_printStampa

Condividi su