L’Assessorato della Pubblica Istruzione della Regione Sardegna ha approvato il “Bando Culture LAB –  Sostegno finanziario alle imprese del settore culturale e creativo per lo sviluppo di progetti culturali innovativi”.

L’Avviso, che fa parte del programma POR Sardegna F.E.S.R. 2014/2020, ha lo scopo di sostenere MPMI sarde del settore culturale per la realizzazione di progetti innovativi atti a valorizzare i beni e i siti culturali presenti in Sardegna.

 

 

Beneficiari

Possono presentare progetti le MPMI (micro e piccole-medie imprese), compresi i liberi professionisti, in forma singola o aggregata, che esercitano un’attività artistica o culturale rientrante nei seguenti codici ATECO:

–        Sez. R – 90  Attività creative, artistiche e di intrattenimento. Sono esclusi il codice 90.03.01 (attività di giornalisti indipendenti) e 90.03.02 (attività di conservazione e restauro di opere d’arte)

–        Sez. R – 91 Attività di biblioteche, archivi, musei ed altre attività culturali.

 

 

Proposte progettuali

Le proposte dovranno prevedere la realizzazione di progetti culturali innovativi di valore compreso tra 15.000 e 150.000 euro e atti a valorizzare i beni culturali della Sardegna.

I Progetti dovranno avere ad oggetto la valorizzazione di un bene culturale, che dovrà divenire di proprietà o nella disponibilità del soggetto beneficiario almeno per tutta la durata di realizzazione del progetto proposto (compresa la fase di predisposizione, di effettiva fruibilità del bene e di conclusione dello stesso progetto).

 

Nel progetto dovranno essere previste obbligatoriamente almeno 4 delle seguenti azioni:

  • la messa in rete dei beni culturali del territorio regionale;
  • l’utilizzo di tecnologie avanzate per favorire la diffusione della conoscenza e la fruizione del patrimonio;
  • l’ampliamento e il miglioramento dell’accessibilità e della fruibilità del bene culturale con il ricorso a strumenti, attività e contenuti innovativi;
  • attività di comunicazione del bene culturale (es. mostre ed eventi culturali);
  • l’adozione di strategie di marketing mirate al posizionamento strategico dei beni culturali oggetto di valorizzazione;
  • prevedere la sostenibilità gestionale e finanziaria dell’intervento e contenere l’indicazione del personale con specifica delle qualifiche possedute da impegnare nel progetto, etc.;
  • prevedere relazioni tra diversi beni culturali finalizzate ad una logica di sistema;
  • consolidare il legame tra identità e territorio.

 

 

Contributi

La dotazione complessiva è pari euro 1.675.680,00.

Gli aiuti sono concessi nella forma di contributo a fondo perduto, a copertura di massimo l’80% delle spese ritenute ammissibili; il 20% residuo deve essere garantito dal soggetto beneficiario attraverso risorse proprie o esterne, esclusa qualsiasi forma sostegno pubblico.

 

 

Domanda di partecipazione

La domanda di accesso può essere presentata fino alla NUOVA DATA DI SCADENZA prevista per le ore 12 del 1 ottobre 2018, utilizzando esclusivamente il SIPES Sardegna (Sistema informativo per la gestione del processo di erogazione e sostegno), disponibile all’indirizzo Internet: https://bandi.regione.sardegna.it/sipes/login.xhtml.

 

 

Per saperne di più è possibile consultare il Bando integrale sul sito della Regione Sardegna all’indirizzo: http://www.regione.sardegna.it/j/v/2599?s=1&v=9&c=88&c1=88&id=70446.

 

 

image_pdfSalva in PDFimage_printStampa

Condividi su