La Regione Sardegna ha pubblicato un Avviso intitolato “PRO.PIL.E.I – Progetti Pilota di Eccellenza per l’Innovazione sociale”, con il quale intende promuovere processi di rivitalizzazione sociale, da attuare in aree disagiate, e supportare iniziative a scala locale capaci di generare impatti positivi dal punto di vista sociale, culturale, economico e del welfare locale.

Obiettivo principale dell’Avviso è quello di selezionare Soggetti attuatori, con significativi livelli di competenze ed esperienze, per la realizzazione di una serie di “progetti pilota” finalizzati a generare un elevato impatto sociale e un potenziamento della forza lavoro e dell’occupazione giovanile.

 

 

Beneficiari e destinatari

Possono presentare domanda di partecipazione come Soggetti attuatori dei progetti, varie tipologie di enti, tra cui le imprese in generale e le organizzazioni del Terzo Settore (si veda l’elenco completo nell’art. 5 del bando).

Sono, invece, destinatari dei progetti:

  • i giovani disoccupati fino a 35 anni;
  • i soggetti svantaggiati ai sensi dell’art. 4 della Legge n. 381/1991 e successive modificazioni, persone disabili ai sensi dell’art. 3 comma 1 della Legge 5 febbraio 1992 n. 104, altri soggetti vulnerabili e a rischio di discriminazione che sono presi in carico dai servizi sociali;
  • i disoccupati compresi i disoccupati di lunga durata;
  • i lavoratori percettori di ammortizzatori sociali;
  • gli studenti;
  • i giovani che abbandonano prematuramente gli studi;
  • gli over 45;
  • i lavoratori autonomi;
  • gli occupati compresi i lavoratori con bassa scolarità;
  • gli operatori del sistema dei servizi per l’impiego;
  • i funzionari e dirigenti pubblici che si occupino di politiche attive per il lavoro.

 

 

Proposte progettuali

L’avviso intende finanziare una serie di “progetti pilota” innovativi e fortemente connessi con il territorio che prevedano la realizzazione di interventi che generino un elevato impatto sociale e siano incentrati su 3 assi prioritari di intervento:

  1. Asse prioritario 1 – Occupazione
  2. Asse prioritario 2 – Inclusione sociale e lotta alla povertà
  3. Asse prioritario 3 – Istruzione e formazione

A titolo esemplificativo e non esaustivo, indichiamo di seguito le iniziative ammissibili:

  • azioni finalizzate a creare un contesto favorevole al miglioramento delle condizioni di accusabilità dei giovani residenti in quartieri o in contesti difficili;
  • progetti tesi a ridurre l’esclusione sociale e la povertà;
  • progetti integrati finalizzati all’avviamento, inserimento e accompagnamento al lavoro;
  • interventi di empowerment e recupero di competenze di base;
  • progetti di stage e forme di alternanza scuola/lavoro che consentano un contatto diretto con il mondo del lavoro e che offrano la possibilità di acquisire competenze e conoscenze;
  • stage (anche transnazionali) e laboratori per studenti;
  • percorsi di educazione all’imprenditorialità e all’autoimpiego per studenti;
  • tirocini e altre iniziative di mobilità ai fini del rafforzamento delle competenze;
  • progetti di benchmarking per il consolidamento dei servizi per l’impiego.

 

 

Contributi

Le risorse finanziarie complessivamente disponibili ammontano a euro 5.050.000,00 a valere sul POR FSE 2014-2020.

Ciascun progetto dovrà avere un valore massimo di 45.000 euro e le sue attività dovranno concludersi entro 18 mesi.

 

 

Domanda di partecipazione

Le domande, valutate a sportello, dovranno essere inviate complete di tutta la documentazione richiesta esclusivamente per via telematica tramite il SIL, entro e non oltre le ore 12:00 del 26 ottobre 2018.

 

NUOVA SCADENZA: 06 NOVEMBRE 2018

 

Per tutte le altre informazioni, vi invitiamo a consultare l’Avviso integrale disponibile QUI.

 

image_pdfSalva in PDFimage_printStampa

Condividi su